In 277 al via: la “prova” che questa gara è leggenda

L’emozione      di correre      con il re della Dakar

14mila chilometri di viaggio pur di essere al via

Duecentosettantotto: tanti saranno i piloti al via della Valli Bergamasche Revival Internazionale 2022. Piloti ( 210 agonistici e 68 Gentleman) provenienti da tutta Italia oltre che da diversi Paesi d’Europa e addirittura dall’America e dall’Australia.

Gareggiare al fianco di un “mostro sacro” della motoregolarità come Stéphane Peterhansel, il “re del deserto” vincitore di 14 “Dakar. Anche questo offre la “VBRI 2022”

Il primo record della corsa ancora da correre l’ha stabilito un pilota australiano disposto a volare per 14mila chilometri pur di esserci.

La leggenda

è pronta

a ripartire

Il “Revival Internazionale 2022, al via 18 e 19 giugno con 278 piloti provenienti da tutta Europa ai nastri di partenza, farà rivivere una corsa che ha scritto la storia del motociclismo mondiale. Un evento sportiv0 straordinario ma anche l’occasione, attraverso un grande convegno, per aprire nuovi percorsi al turismo su due ruote, alla mobilità sostenibile e alla sicurezza.

Scopri di più

Vai sul sito di Visit Bergamo, per trovare la tua sistemazione per i giorni di gara!

www.visitbergamo.net

Un convegno

mostra tutte

le facce

delle due ruote

La “due giorni”  del 18 e 19 giugno non sarà l’occasione solo per assistere a una straordinaria gara, per “ritrovare” campionissimi del passato: permetterà  anche per riunire il mondo delle due ruote, delle istituzioni, delle associazioni, attorno a un tavolo per discutere di motociclismo a 360 gradi, toccando temi importantissimi. Come per esempio quello della crescita economica del territorio, grazie al “mototurismo” che potrebbe rappresentare uno straordinario volano per gli agriturismo…

Scopri di più

Il calendario

fra preliminari

cena

e premiazioni

Date, orari, luoghi: il calendario della Valli Bergamasche Revival Internazionale 2022 è stato completato dagli organizzatori della Scuderia Norelli e prevede per venerdì 17 giugno dalle 14 alle 18.30 in Sant’Agostino lo svolgimento delle operazioni preliminari amministrative che riprenderanno il sabato dalle 9 alle 18 affiancate dalle operazioni preliminari tecniche (sul campo della Fara) prima della cena con tutti i partecipanti fissata per le 19.30.

Scopri di più

Mototurismo,

occasione

da non perdere

La Valli Bergamasche Revival Internazionale 2022? Un’occasione unica per assistere allo spettacolo offerto da piloti provenienti da tutto il mondo, compresi campioni del calibro del 14 volte vincitore della Dakar Stephane Peterhansel, ma anche per analizzare i diversi ruoli che la moto potrebbe recitare in futuro, trainando addirittura l’economia italiana. 

 

Scopri di più

In gara ci sono

anche pittori,

scultori, fotografi

Un artista già affermato e decine di giovanissimi aspiranti pittori e scultori: anche loro “saliranno in sella” alla Valli Bergamasche Revival Internazionale 2022, evento che si propone di far rivivere, il 18 e 19 giugno, la leggendaria corsa di motoregolarità che ha fatto di Bergamo una delle capitali mondiali dell’enduro.

Scopri di più

Il percorso

resta

top secret

Le fotografie, in alcuni casi ingiallite, che ricordano le “imprese del passato” mostrano moto spinte dagli spettatori per uscire dal pantano del sentiero, piloti che affrontano passaggi quasi impossibili: come quello del Forcolino di Torcola…

Scopri di più

Impossibile

battere

il gatto nero

La storia della competizione è fatta anche di incredibili episodi: come la storia del concorrente giunto al traguardo con una moto rubata e premiato, invece che con una medaglia, con l’arresto…

Scopri di più

L’albo d’oro

dei campioni

Franco Dall’Ara, Dario Basso, Dietrich Serafini, Gianfranco Saini, Tullio Masserini, Costanzo Daminelli, Eberhard Graf, Eugenio Saini, Canzio Tos, Luigi Gorini, Klaus Kamper, Heinz Brinkmann, Werner Salevsky, Peter Uhlig: le loro imprese hanno segnato la storia della “Valli”…

Gli sponsor

saliti in sella

La macchina organizzatrice della “due giorni” della Valle Bergamasche Revival  Internazionale ha potuto contare su un importantissimo aiuto: quello fornito dai titolari di numerose realtà imprenditoriali del territorio e non solo che hanno scelto di sponsorizzare l’evento. Realtà come  Despe engineered special demolitions, Eicma …

Scopri di più

Fotogallery

News

Partecipare è gratis

per i piloti classe 47

e per le “pilotesse”

Tutti i piloti nati nel 1947 e a tutte le “pilotesse” (con età minima di 40 anni) che si saranno iscritti alla Valli Bergamasche Revival 2022 e si saranno presentati ai nastri di partenza hanno  già vinto un premio prima ancora di accendere i motori: a loro infatti gli organizzatori hanno deciso di rimborsare l’importo della tassa d’iscrizione versato.

A guidare i piloti

fra i tesori di Bergamo

ci pensa il TukTuk

Per i piloti iscritti alla Valli Bergamasche Revival Internazionale 2022 l’evento non rappresenterà solo l’occasione per vivere le emozioni di cimentarsi in sella alle più affascinati moto d’epoca su percorsi altrettanto unici: sarà anche l’occasione per scoprire i tesori di Bergamo, a partire da quelli “custoditi” nel suo scrigno più prezioso, il borgo medievale di Città Alta. Tesori che i 277 piloti provenienti da tutta Italia, da mezza Europa ma anche da altri Paesi più lontani, avranno l’occasione di scoprire in modo unico salendo a bordo di un “Tuk Tuk”, il nuovo mezzo elettrico ( una sorta di “Ape calessino” ma più grande e accogliente costruito in Olanda) pronto a portare “a spasso” per la città i turisti nel modo più divertente e coinvolgente. Con tanto di guida (sia nel senso di conducente del messo sia di “cicerone”) pronto a svelare ogni segreto, compresi quelli più antichi, della città. Un’opportunità che i piloti (così come i loro accompagnatori e tutti gli appassionati che nel fine settimana si daranno appuntamento alla Fara per ammirare moto e concorrenti) potranno trasformare in splendida realtà grazie a una proposta particolare ideata dai responsabili del Consorzio turistico di Bergamo: il  Tuk Tour Le mura patrimonio dell’Unesco, tour della durata di 60 minuti , con  partenza allo scoccare di ogni nuova ora, dalle 10 alle 17, dal  cuore di Città Alta e percorso che accompagnerà i passeggeri attraverso le Mura Venete, patrimonio dell’umanità, salendo fino sale alla cima del Colle di San Vigilio, trasformando la giornata in un’esperienza indimenticabile. Per salire a bordo basterà presentarsi 5 minuti prima dell’inizio del tour all’ Infopoint Torre del Gombito. Il costo è di 20 euro a persona (10 per i bambini fino a 12 anni).

Ci sarà anche

il re del deserto

Peterhansel

Ci sarà anche lui, Stéphane Peterhansel, il “re del deserto” (o se preferite “il “principe delle dune” ma anche “Monsieur Dakar”) al via della “Valli Bergamasche revival internazionale 2022”, evento che il 18 e 19 giugno farà rivivere la leggenda di una corsa motociclistica considerata fra le più dure, oltre che affascinanti, di sempre. È stato lo stesso pilota, protagonista sulle due e quattro ruote addirittura di 32 partecipazioni al Rally Dakar, lo storico raid africano ideato alla fine degli anni Settanta da Thierry Sabine, a confermarlo con una telefonata fatta a un vecchio amico della Scuderia Norelli, associazione che nel 1986 ha deciso di far “rivivere” la competizione che ha fatto di Bergamo una delle capitali mondiali del motociclismo. “Una leggenda delle due ruote che ha voluto farci il regalo più straordinario, schierandosi ai nastri di partenza di una gara a sua volta leggendaria”, hanno commentato Massimo Sironi e Enzo Paris, al volante della macchina organizzatrice dell’evento che a pochi giorni dall’apertura delle iscrizioni ha già fatto registrare oltre 130 adesioni. E che, con la presenza del campionissimo francese (che sul traguardo finale della “Dakar” è arrivato per primo in ben 14 occasioni, sei in moto e otto in auto e che a fine 2021 è stato vincitore assoluto anche dell’Enduro Vintage Trophy 2021 all’Isola d’Elba), potrebbero far registrare un’impennata. Perché se correre la “Valli Bergamasche Revival Internazionale” è di per sé già bellissimo, farlo al fianco di un campione entrato nella leggenda è semplicemente fantastico.

In sella sale

anche l’educazione

alimentare

Una buona educazione alimentare è la miglior guida a una dieta corretta, indispensabile per la salute e il benessere. Ne sono perfettamente consapevoli Gianluca e Michele Del Bello, due giovani fratelli bergamaschi che insieme con l’amico di sempre Michael Turra hanno avviato un commercio online di due “elementi”, verdura e frutta,  fondamentali per star bene mangiando, attraverso il portale Sweggie, felice unione fra swag, che nel linguaggio delle nuove generazioni è “figo”, e veggie, ovvero tutto ciò che è vegetariano. Un messaggio, quello della salute “alimentata” attraverso i migliori prodotti della terra, che i tre giovanissimi imprenditori hanno deciso di far salire in sella alla Valli Bergamasche Revival Internazionale 2022, offrendo a coloro che sabato 18 giugno si ritroveranno alla Fara, in Città Alta, per la prima giornata dell’evento, un assaggio dei migliori  frutti di stagione. Frutta fresca selezionatissima che Sweggie regalerà con particolare attenzione a bambini “perchè l’educazione alimentare è una materia che va insegnata fin da piccoli”, grazie all’iniziativa ideata in collaborazione con i responsabili della scuderia Norelli, organizzatori del “Revival”. L’appuntamento con il sapore (e gli effetti benefici) di pesche e albicocche, fragole e ciliegie e altre delizie appena colte al campo della Fara sabato a partire dalle 9.30 del mattino con il Gazebo allestito da Sweggie per distribuire sacchettini di bontà insieme a un messaggio tanto semplice quanto importante: una buona educazione alimentare è il miglior modo per “ripartire” ogni giorno. Per scoprire di più su Sweggie clicca qui.

Una locandina per

celebrare l’ultima gara

di Alessandro Gritti

Il 1° aprile scorso ha compiuto 75 anni, età superata la quale in Italia non è  più ottenere la licenza agonistica. La Valli Bergamasche Raduno Internazionale 2022 sarà così l’ultima gara per Alessandro Gritti. Un evento che i responsabili della Scuderia Norelli hanno deciso di celebrare con una locandina dedicata proprio al campionissimo bergamasco che in oltre 20 anni di carriera ha conquistato 14 campionati italiani tra assoluti e di classe e 4 titoli europei d’enduro.

C’è chi viaggerà

per 14.000 chilometri

pur di essere al via

Non ha esitato a prenotare un volo e affrontare un viaggio di 14mila chilometri pur di poter essere al via  della “Valli Bergamasche Revival Internazionale 2022”: un record stabilito prima ancora della gara quelli di  Brian Noble, pilota australiano che nel suo curriculum vanta ben quattro partecipazioni alla Sei Giorni Internazionale. Ma sono numerosi i piloti che hanno deciso di sobbarcarsi una lunga trasferta pur di essereai nastri di partenza: fra i 207 iscritti fino a oggi figurano infatti, oltre a 159 italiani, un americano, 18 francesi,  sedici tedeschi, otto olandesi ma anche rappresentanti di Spagna, Belgio e Svizzera, tutti pronti ad animare il paddock che verrà  allestito al Campo Utili di via Baioni.

Rassegna stampa

Regolamento

Partners